Il Tao, Il Tai Chi, Il QI Gong: tra micro e macrocosmo in una concezione millenaria

TAI CHI E QI GONG

LA MEDITAZIONE IN MOVIMENTO    PER IL RIEQUILIBRIO DELL’ENERGIA  E IL BENESSERE PSICO-CORPOREO

Una disciplina secolare che conduce a vivere in armonia con l’universo, aiuta a liberare la nostra Energia interiore e a rivitalizzare il nostro Io più profondo.

Una ginnastica dolce PER TUTTI; si pratica con movimenti fluidi e morbidi che restituiscono immediatamente equilibrio e serenità.

“ Nel movimento il Tai Chi crea lo Yang. Quando il movimento ha raggiunto il suo limite, c’è l’Immobilità. Quando immobile, il Tai Chi crea lo Yin. Quando l’immobilità ha raggiunto il suo limite, c’è il ritorno al movimento. Movimento e Immobilità si alternano. Uno è l’origine dell’altro”

TAI CHI E QI GONG

MEDITAZIONE IN MOVIMENTO

Il Tai Chi è un’antichissima pratica cinese che migliora Benessere e Salute, soprattutto per coloro che vivono una vita stressata, momenti particolari, persone anziane o reduci da incidenti, persone che non si sentono più a proprio agio con il proprio corpo o che hanno bisogno di ritrovare uno stato di Equilibrio.

Questo tipo di “ginnastica” aiuta a rafforzare i muscoli delle gambe e a migliorare l’equilibrio, aiutando a prevenire cadute dovute a problemi legati all’usura del corpo a causa dello scorrere dell’esistenza come artrite, debolezza muscolare e altri problemi di salute.

Il movimento lento e coordinato, l’attenzione alla Respirazione che è alla base delle sequenze fa lavorare il cuore senza dare “picchi” anomali nel suo andamento.

Con il qi gong, si riscaldano le giunture; il cervello e le cellule tutte ricevono ossigeno e quindi nutrimento. Anche la mente ne trae i suoi benefici.

La memorizzazione delle sequenze dei movimenti passa per processi cognitivi specifici e si va a posare su quella che potremmo definire “memoria cellulare”, al punto che, se si pratica da qualche anno, il corpo arriva a sapere cosa c’è da fare.

E’ in quella fase che arriva il piacere del gesto, quando si scavalla la memorizzazione facendola propria. Un esercizio costante per le sinapsi. Una dolcissima sfida di lavoro che si svolge tra coordinazione e propriocezione.

Il movimento è vita e la gestione consapevole del corpo ci rende “navigatori” di un’esistenza che ha le sue “stelle”, i suoi punti fermi e luminosi. Coloro che hanno superato i 50 anni e che si affacciano a quest’arte hanno un vantaggio enorme rispetto ai più giovani in genere: il chiacchiericcio mentale, i pensieri non sono troppo ingordi e prepotenti. E’ come se la vita abbia loro mostrato, spesso anche sulla loro pelle, quanto può contare viverla serenamente.

Il tai chi chuan «unisce  l’esercizio lento con l’attenzione della mente concentrata sul movimento. Questo può ridurre lo stress e, naturalmente, aumentare la flessibilità e la resistenza» spiega il dottor Xianglan Zhang.

Il Tai chi e il Qi Gong uniscono è pertanto l’esercizio lento, la fluidità del Respiro, con l’attenzione della mente per il RIEQUILIBRIO ENERGETICO PSICO-CORPOREO, aumentando la flessibilità e la resistenza.

Il Tai Chi è un ritorno al proprio centro, un ritorno all’equilibrio originario, alla perfezione e alla semplicità originarie.

Xavier: “Dunque, è questa la meta? E quando vi si arriva, cosa succede?”

Quando vi si arriva, ci si accorge che la meta non è più tale. La meta si è trasformata in un punto di partenza

  1. Urselli, “Tai Ji, Danzare La Vita”, Infinito Editori, Torino

 

  “Il continuo movimento dello yin e dello yang,

si integrano in una danza imperitura

tra vuoto e pieno”

 

Presso A.I.A.C.O. IL TEMPIO DI GIADA, Via Alfredo Casella, 34

LUNEDI’ E GIOVEDI’ Dalle 9.00 alle 10.00

MARTEDI’ E VENERDI’   Dalle 10.00 Alle 11.00

MARTEDI’   E VENERDI’ Dalle 13.00 alle 14.00

MARTEDI’ E GIOVEDI’ Dalle 19.00 Alle 20.00

O presso il vostro Circolo Culturale e Sportivo e/o Centro Anziani, Ente o Società